MSOME – Motile Sperm Organellar Morphology Examination

Questa nuova metodica diagnostica per la valutazione del liquido seminale, consente la rilevazione di alcune caratteristiche ultrastrutturali dello spermatozoo non evidenziabili con un comune spermiogramma. A tale scopo vengono presi in esame 150 spermatozoi per analizzarne le dimensioni e la morfologia con un sistema ad alto ingrandimento (6600x).
Tale metodica ci consente di effettuare una valutazione rigorosa delle alterazioni morfologiche dell’ ultrastruttura interna dello spermatozoo, misconosciute allo “spermiogramma classico” (vescicole e vacuolizzazioni della testa, alterazioni dell’acrosoma) talvolta presenti anche in spermatozoi dall’aspetto morfologicamente normale, che potrebbero essere causa della formazione di embrioni di qualità scadente, tali da causare il mancato attecchimento o un elevata insorgenza di aborti spontanei.

In base alle caratteristiche riscontrate è possibile dividere gli spermatozoi in tre classi :

1° scelta: spermatozoi esenti da malformazioni


 

Prima scelta

2° scelta: spermatozoi con normale morfologia e vacuolizzazione <15%

Seconda scelta

3° scelta: spermatozoi con lievi alterazioni morfologiche e vacuolizzazione >15%

Terza scelta
Terza scelta

In base ai dati emersi dalla nostra casistica il range di normalità di questo esame è pari a :

1°+ 2° scelta >5% degli spermatozoi analizzati

Questo tipo di indagine è indicata nei seguenti casi:

  • Oligoastenospermia severa (numero spermatozoi< 1 milione/ml)
  • Teratozoospermia severa (≥ 95%)
  • Azoospermia
  • Pazienti con precedenti fallimenti ICSI/FIVET
  • Poliabortività
  • Alto tasso di frammentazione del DNA spermatico
  • Casi di infertilità idiopatica