Recupero testicolare degli spermatozoi: l’azoospermia

Azoospermia

Per azoospermia si intende l’assenza completa di spermatozoi nel liquido seminale. Tale quadro può essere causato da un deficit di produzione da parte del testicolo (azoospermia secretiva o non ostruttiva) o da una ostruzione delle vie seminali che, partendo dal testicolo, portano gli spermatozoi all’esterno (azoospermia ostruttiva).
La diagnosi deve essere effettuata dopo l’attenta valutazione di almeno due campioni di liquido seminale, eventualmente dopo trattamento di laboratorio (centrifugazione). Una analisi delle urine post eiaculazione può essere utile per individuare eventuali casi di eiaculazione retrograda.
L’ostruzione dei dotti seminali può realizzarsi a livello dell’epididimo,dei dotti deferenti ed eiaculatori. L’ostruzione può essere presente alla nascita come accade ad esempio per l’assenza congenita dei dotti deferenti (patologia che caratterizza tra l’altro il 95% dei casi di soggetti affetti da Fibrosi Cistica) oppure essere causata da infezioni, acute o croniche (epididimiti, orchite, prostatiti), traumi o interventi chirurgici con legatura volontaria o accidentale del dotto deferente. L’ostruzione delle vie seminali è generalmente associata ad un  normale volume testicolare e ad un quadro ormonale (FSH, LH, testosterone) nei limiti. Nel 3 -12% di questi casi si rilevano inoltre anticorpi antispermatozoo a paragone del 0 – 1% della popolazione generale.

Anche il deficit della spermatogenesi può derivare da cause congenite, presenti alla nascita (criptorchidismo, sindrome di Klinefelter, aberrazioni e/o delezioni del cromosoma Y), iatrogene (chemioterapici), ormonali (ipogonadismo ipogonadotropo), traumatiche e/o legato alla insorgenza di neoplasie. Testicoli di dimensioni ridotte e dosaggi ormonali alterati caratterizzano generalmente questi casi.
In entrambi i casi di azoospermia, la diagnosi istologica risulta necessaria. A tale scopo si effettua un prelievo bilaterale di tessuto testicolare eseguibile secondo differenti tecniche chirurgiche: TESE (Testicular Sperm Extraction): estrazione chirurgica di tessuto testicolare; TESA (Testicular Sperm Aspiration): aspirazione percutanea di tubuli seminiferi con ago sottile; PESA (Percutaneous Epididymal Sperm Aspiration): aspirazione percutanea di spermatozoi dall’epididimo,con ago sottile; MESA (Microsurgical Epididymal Sperm Aspiration): aspirazione di spermatozoi dall’epididimo attraverso una incisione chirurgica. A questo punto la diagnosi differenziale tra azoospermia ostruttiva e secretiva sarà completa. E’ opportuno chiarire che la possibilità di recuperare spermatozoi dal testicolo varia in base al tipo di diagnosi:in soggetti con azoospermia ostruttiva si recuperano spermatozoi in quasi il 100% dei casi mentre in quelli affetti da azoospermia secretiva la media dei recuperi varia tra l’ 11% ed il 62%(Chan P. et al. 2004).

Grazie alle tecniche di micromanipolazione introdotte all’inizio degli anni 90 e successivamente perfezionate, i soggetti affetti da azoospermia,hanno trovato una soluzione al loro problema di infertilità. Gli spermatozoi recuperati dal testicolo vengono infatti microiniettati all’interno dell’ovulo, nell’ambito di un trattamento di fecondazione assistita con percentuali di successo (n° gravidanze cliniche/trasferimenti) che variano tra il 28-62% per l’azoospermia ostruttiva ed il 9-49% per azoospermia non ostruttiva (Nicopoullos et al. 2004).

Bibliografia personale

Antinori S. et al. Human Reproduction 1997
Antinori S. et al. Human Reproduction 1997 (2)
Pozza D, Versaci C. and Antinori S. Acta Chirurgica Hungarica 1994

MonitoraggioPrelievoTraferimento