Blog / 21.03.2019

I sintomi dell’infertilità femminile: quali sono e come si riconoscono

L’infertilità femminile, o maschile, non sempre può essere definita come una patologia sintomatica ed è per questo che spesso, anche in presenza di ciclo regolare, o di controlli ginecologici per tutta l’età fertile, una donna non riesce a rimanere incinta. Non ci sono sintomi veri e propri, perché diverse, e di varia natura possono essere le cause dell’infertilità femminile.

Le cause dell’infertilità possono essere non sempre di natura patologica; possono influire sull’infertilità altre cause come lo stress, le cattive abitudini alimentari, troppa attività sportiva o altri comportamenti parte della quotidianità e non sempre collegabili alla fertilità femminile.

Per gli specialisti occorre cominciare ad indagare su una possibile infertilità dopo un anno di rapporti non protetti in età fertile.

Sebbene non esistano dei veri e propri sintomi dell’infertilità, alcuni segnali possono essere dei campanelli d’allarme o elementi ai quali prestare attenzione per poi rivolgersi ad un ginecologo. Il medico saprà rilevare segni e sintomi, ed indicare i test più adatti per approfondire la questione fertilità.

I sintomi dell’infertilità femminile, il ciclo mestruale

Occorre sempre tenere sotto controllo il proprio ciclo mestruale ed annotare eventuali anomalie. Il ciclo è improvvidamente molto doloroso? Potrebbe trattarsi di endometriosi. Il ciclo è più lungo del normale e tra una mestruazione e l’altra passa di più di un mese oppure, all’improvviso, il ciclo dura meno di 21 giorni? Potrebbe essere segno di un’ovulazione irregolare da approfondire.

I sintomi dell’infertilità femminile: peli, capelli e chili in più?

Un’improvvisa perdita di capelli, o la comparsa di una peluria eccessiva sul viso, possono essere il campanello d’allarme per la sindrome dell’ovaio policistico. Anche in questo caso, è meglio rivolgersi al proprio ginecologo: il medico saprà consigliarvi gli accertamenti da fare in base alle caratteristiche dei sintomi. Infine, anche un improvviso aumento di peso può essere un segnale di una disfunzione tiroidea ed avere conseguenze sulla fertilità, così come l’obesità.

I sintomi dell’infertilità femminile, occhio agli ormoni!

Gli ormoni sono un elemento fondamentale quando si parla di fertilità e infertilità. Occorre quindi fare attenzione a dei segnali che possono essere collegati al funzionamento della tiroide. Ad esempio: se avete le mani ed i piedi sempre freddi, potrebbe trattarsi di un problema di circolazione, o potrebbe trattarsi di una disfunzione tiroidea. Meglio approfondire se state provando ad avere un figlio da più di un anno senza successo.

I sintomi dell’infertilità femminile, malattie sessualmente trasmesse

In casi di infezioni dei genitali, o malattie sessualmente trasmesse occorre non trascurare alcun fastidio o sintomo, ma intervenire tempestivamente perché un’infezione non curata – o trascurata - può avere delle ripercussioni sulla fertilità femminile. Un esempio tipico è la gonorrea: la gonorrea non ha sintomi visibili, ma può incidere in negativo sulla fertilità femminile. In caso di rapporti a rischio è opportuno fare un test per scoprire se si ha la gonorrea.

Nessun commento ancora

Lascia un commento