/ 16.08.2020

Con loro possiamo pensare già al secondo figlio

fecondazione-assistita-testimonianza-neonatoDopo due anni di tentativi, senza mai riuscire in modo naturale, ci siamo fatti coraggio rivolgendoci a un centro. Raprui è stato il primo e l’unico, siamo andati diretti da loro e col senno di poi è stata una scelta azzeccata. Ci siamo trovati bene, tanto da riuscire a trovare in poco tempo la gravidanza desiderata.

La nostra storia rientrava in una casistica molto comune, quella di coppie che senza apparenti problemi di fertilità hanno inspiegabilmente grandi difficoltà nel riuscire a concepire da sole un figlio. Quello che abbiamo notato con piacere è che tutto lo staff è composto da persone precisissime, che vanno a cercare il pelo nell’uovo per capire quali sono gli eventuali ostacoli da superare.

È accaduto tutto nell’arco di un anno, dalle visite ai trattamenti di fecondazione assistita. Data la mia età, avevo 38 anni all’epoca, sono stati molto precisi e scrupolosi, e la dottoressa Monica Antinori mi ha fatto fare diversi controlli ed esami per essere sicura di individuare subito il percorso migliore da fare. Non avendo trovato impedimenti il primissimo tentativo è stato fatto con un’inseminazione intrauterina. Non ha funzionato e siamo passati allo step successivo. Con la fivet al primo colpo ci siamo riusciti.

Siamo rimasti sotto la guida del centro anche durante la gravidanza, seguiti dal dottor Cerusico. Ho avuto una minaccia di aborto dopo un mese e mezzo e mi sono stati molto d’aiuto. Sono persone che ti trasmettono tranquillità e fiducia.

Li consiglierei per questo motivo, sono alla mano e nonostante il lavoro in clinica sia molto impegnativo riescono sempre a trovare il tempo per ascoltarti, anche fuori dagli orari standard. Personalmente ci hanno supportato più volte in momenti in cui di solito altri medici non sono disponibili. Non conoscono neanche le feste, non guardano queste cose, ti visitano comunque. Sono deliziosi, solo complimenti per come si dedicano ai pazienti.

Ora abbiamo intenzione di riprovarci, per un altro bambino, prima che sia troppo tardi e senza dubbi continueremo con loro.

 

Foto di repertorio

I commenti sono chiusi