/ 07.12.2020

Ora ho una vera possibilità

Dottoressa Monica Antinori visita clinica fecondazione assistita Rapui

Nell’aprile 2019 mi sono rivolta per la prima volta a un centro privato per la fertilità.
Durante le visite mi confermarono che c’erano delle problematiche ma non venivano mai pienamente definite da questi medici. Sapevo da tempo di avere una cisti ovarica ma neanche il ginecologo mi aveva detto che poteva rappresentare un problema.

C’era sempre un atteggiamento vago sul da farsi. Avevo un mioma, dei polipi uterini e mi
trascinavano ecografia dopo ecografia senza affrontare di fatto la mia situazione. Alla fine
ho capito da sola che la fecondazione (da fare all’estero) non sarebbe mai andata bene e
che serviva un intervento chirurgico, ma non sono stati loro a indicarmi come, dove e
quando farlo. Nell’autunno dello stesso anno ho mollato il centro perché non mi sentivo
proprio in mani sicure.

Per passaparola mi sono rivolta alla clinica RAPRUI e ho fatto la prima visita con la
Dott.ssa Monica Antinori completa di ecografia, eseguita dal Dott. Cerusico. Subito hanno
inquadrato la situazione, cosa c’era e come andava risolta. Era oggettivamente
complicata. Il mioma era in un punto delicato, difficile da toccare, e i tre polipi nell’utero
andavano assolutamente eliminati con un’isteroscopia operativa. Con un’ulteriore
ecografia approfondiscono anche la situazione della cisti ovarica, un’altra cosa da togliere.
Mi sono sentita cadere il mondo addosso, avevo 45 anni e vedevo infrangersi le possibilità
di una gravidanza.

In questo la Dottoressa Antinori mi ha dato una sicurezza, un sostegno che non pensavo
di trovare. La prima impressione ha superato di gran lunga le aspettative, anche su tutti i
professionisti che collaborano con la RAPRUI, per il mio caso si era creato un vero e
proprio team. Mi hanno indirizzato dalla Dottoressa Valente per sottopormi a una
laparoscopia, anche lei umanamente e professionalmente bravissima. Intervento
pianificato a Marzo 2020, ma nulla, arriva il lockdown e tutto viene rimandato a Giugno.

Nella stessa seduta mi hanno fatto la laparoscopia per togliere la cisti ovarica e
l’isteroscopia per eliminare i polipi e parte del mioma, eliminato del tutto con una seconda
isteroscopia operativa a un mese di distanza. Interventi riuscitissimi e ora stiamo
aspettando che mi venga il ciclo per partire con il trattamento di fecondazione assistita.
Data la mia età faremo un’eterologa, ma sono comunque contenta, la vedo come un dono,
una possibilità. Devo ancora cominciare ma sento già di doverli ringraziare molto, per la
loro professionalità e l’onestà.

 

Foto di repertorio

I commenti sono chiusi